Amministrative a Matera: la situazione a una settimana dal ballottaggio

Amministrative a Matera: vediamo la situazione a una settimana dal ballottaggio

Al via la seconda parte della campagna elettorale per le elezioni amministrative a Matera che porterà al ballottaggio del 4 e 5 ottobre.

I due contendenti, Domenico Bennardi per la coalizione guidata dal Movimento 5 Stelle e che comprende Volt, Europa Verde-PSI e Matera 3.0, e Rocco Luigi Sassone, per la coalizione di centrodestra che comprende Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Matera Patrimonio Comune, Cambiamo Matera e Matera sempre insieme.

Nella serata di venerdì 25 settembre, il primo scossone alla corsa alla fascia tricolore della città dei Sassi arriva dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, presente sul palco di Piazza Vittorio Veneto a supporto di Bennardi, unico, insieme al candidato sindaco Michele Coratella di Andria, a rappresentare il Movimento 5 Stelle al secondo turno in Italia. Nessun apparentamento per Bennardi come annunciato dal candidato stesso e come ribadito su Facebook dal sottosegretario al Mise, la materana Mirella Liuzzi.

Dall’altro lato della barricata, Rocco Sassone si dice sicuro della tenuta della coalizione di centrodestra, unita fin dal primo momento e che, forte del 30% al primo turno, punterà a conquistare quella fetta di elettorato che manca per arrivare al fatidico 50%.

Segnali di apertura verso Bennardi da parte del terzo classificato al primo turno, il candidato della coalizione di centrosinistra Giovanni Schiuma, che ha ribadito sui social l’impossibilità di sostenere Sassone. Ancora in bilico, invece, la posizione degli altri tre candidati, Pasquale Doria, Luca Braia e Nicola Trombetta, che hanno deciso di non esporsi ancora sulla questione.