Elezioni comunali Puglia. A Trani vince l’uscente Bottaro, ad Andria ballottaggio

Trani e Andria chiamati al voto: a Trani il sindaco uscente, Amedeo Bottaro, vola verso il 65% delle preferenze. Per lui è quasi certa la nomina diretta. Ad Andria, invece, si preannuncia il ballottaggio tra la candidata del centrosinistra, Giovanna Bruno, e quello del centrodestra, Antonio Scamarcio.

Ci sono anche i due capoluogo di provincia, Andria e Trani, tra i 49 comuni pugliesi chiamati al voto per scegliere il proprio candidato sindaco. Si va verso il ballottaggio ad Andria dove la candidata del centrosinistra, Giovanna Bruno, è in testa. A contendersi la carica di sindaco sono in cinque: Giovanna Bruno, appunto per il centrosinistra, sostenuta dal Pd e dalle liste civiche Andria bene in comune, Andria lab e futura ; Antonio Scamarcio, candidato della coalizione di centrodestra e sostenuto da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e dalle liste Scamarcio sindaco e AndriaPiù; Michele Coratella, sostenuto dal Movimento 5 stelle e dalla lista Coratella sindaco; in corsa anche Laura Di Pilato, sostenuta dalle liste civiche Andria che vogliamo, Tutti x lei, Andria coraggiosa e Laura per Andria; Nino Marmo, sostenuto dalle liste civiche Movimento pugliese – Ambiente club, Cambiamo insieme, Andria nuova, Assemblee popolari, La Torre. Si tornerà alle urne il prossimo 4 e 5 ottobre: a pesare potrebbero essere i voti di Nino Marmo, che ha deciso di non correre al fianco del candidato di centrodestra (nonostante sia stato capogruppo in regione di Forza Italia). A Trani, invece, si delinea la vittoria schiacciante per il sindaco uscente nonché candidato per il centrosinistra, Amedeo Bottaro. A sfidarlo, Vito Branà, candidato scelto dal Movimento 5 stelle; Tommaso Laurora, sostenuto da 6 liste, tra le quali Italia in comune, Italia viva. Infine Filibero Palumbo, espressione del centrodestra, con Forza Italia e Fratelli d’Italia, sostenuto anche dalle liste Filiberto Palumbo sindaco e Lega Salvini Puglia.