Regionali Puglia, Conca su Ex Ilva: “Serve un piano di rilancio che parli in chiave di Green Economy e infrastrutture”

Il candidato Mario Conca, candidato alla presidenza della Regione Puglia con la lista Cittadini Pugliesi, afferma: “Stop a finanziamenti sull’industria pesante”

Una Puglia che deve ripartire dalla Green Economy. Basta con gli investimenti sulle industrie pesanti inquinanti. Basta investire a Taranto sull’ex Ilva e raffineria. Posizione chiara da parte del candidato alla presidenza della Regione Puglia con la lista “Cittadini Pugliesi” Mario Conca che punta il dito sulla gestione dell’acciaieria tarantina e prova a cambiare il focus degli investimenti sulla città. La questione Ex-Ilva, ricorda conca, ha tolto tutti gli investimenti che altri comparti di Taranto meritava. La città dei due mari – ha dichiarato Conca – meritava di avere gli stessi miliardi delle altre città del nord e del sud. I finanziamenti che arrivano in città devono essere utilizzati per altri investimenti, come ad esempio alle infrastrutture. Conca solleva la questione degli investimenti alternativi per Taranto: “Emiliano vuole investire soldi della Regione Puglia per la decarbonizzazione. I Verdi lo appoggiano – prosegue – C’è evidentemente un baricentrismo nell’azione di governo del centrosinistra di questi anni che ha penalizzato tutto il resto della Puglia”. Serve un piano per Taranto ben strutturato: prima di arrivare a grande opere sarà necessario ricostruire dal basso quello che manca. “ I soldi vanno investiti per far lavorare l’industria edile anche per smantellare tutte le vecchie infrastrutture e costruirne di nuove, più efficienti e più Green – conclude Conca – Più investimenti, più lavoro, più cantieri, più liberazione e ristrutturazione della bellezza”.