Lega: Salvini parla in piazza Matera a sostegno di Sassone; anche fischi e contestazioni

MATERA. Dopo la prima tappa della giornata di campagna elettorale ad Ariano Irpino (Avellino), Matteo Salvini
è arrivato   a Matera per un comizio a sostegno del candidato sindaco di centrodestra, Rocco Luigi
Sassone. Durante il suo intervento dal fondo della piazza sono arrivati fischi, cori e contestazioni da parte di un gruppo di persone che ha anche esposto dei cartelloni contro il leader della Lega.

“Abbiamo offerto ai materani – ha detto riferendosi al candidato di centrodestra Rocco Sassone – un uomo libero che sa cosa significa lavorare e creare ricchezza. Preferisco l’interesse di Matera all’interesse del partito”.

 

“In Basilicata ci sono 1.934 alunni con problemi di disabilità: ragazzi e ragazze con relative
famiglie che soffrono più delle altre le troppe incertezze” – ha detto.
“Mancano  circa 50mila insegnanti di sostegno specializzati in tutto il Paese, il trasporto pubblico è
indebolito da tagli e restrizioni che mettono a rischio la frequenza scolastica, l’eventuale isolamento o quarantena avrà
effetti devastanti su studenti e genitori e le linee guida sono lacunose, escludono le famiglie e non garantiscono progetti
inclusivi. Rivolgo un appello accorato al ministro Azzolina: nessuno deve restare solo. Gli studenti disabili e le loro
famiglie non sono invisibili e non meritano di essere cancellati come il Governo ha fatto con il ministero ad hoc voluto dalla
Lega. È necessario un impegno anche economico concreto, serio, efficace. C’erano problemi negli anni passati, dopo il virus e
la chiusura – conclude Salvini – i problemi saranno ancora più grandi: cosa ha fatto il ministro negli ultimi sei mesi, ha
dormito?”.