Elezioni regionali Puglia 2020, Scalfarotto: “Con Emiliano assessori del M5S”

Il candidato di Italia Viva sollecita in una nota i voucher destinati per fruire di strutture dell’infanzia

 

“La sgangherata nomina del 2015 di tre assessore grilline in Regione” ovvero Rosa Barone all’Agricoltura, Viviana Guarini alle Risorse umane e Antonella Laricchia all’Ambiente, “che non era riuscita a Michele Emiliano nel 2015, in caso di vittoria, la vedremo certamente realizzata nel 2020”: ad affermarlo, in un post su Facebook, è Ivan Scalfarotto, candidato presidente per la Regione Puglia con Italia Viva alle elezioni di settembre. Il commento di Scalfarotto riguarda il sì all’alleanza tra Pd e M5S sancito con un voto degli attivisti pentastellati sulla piattaforma Rousseau. Il candidato renziano, inoltre ha pubblicato sulla sua bacheca virtuale il simbolo che verrà utilizzato in Sardegna il 20 e 21 settembre per le elezioni suppletive per sostenere Lorenzo Corda (M5S): “Non avrei davvero mai pensato – dice Scalfarotto – di vedere un simbolo elettorale che tenesse insieme Pd e M5S, e invece la vita riserva sorprese davvero inaspettate.

 

Il candidato alle regionali per Italia Viva sollecita inoltre in una nota i ‘buoni servizio’, voucher destinati alle famiglie per fruire di strutture dell’infanzia, “che la Regione avrebbe deciso di corrispondere a partire dal 1° ottobre, nonostante l’inizio delle attività sia previsto per il 1°settembre”. “Le imprese sociali che operano sul territorio meritano sostegno. I buoni servizio devono essere garantiti fin dal primo settembre per far respirare famiglie e attività lavorative”.«L’emergenza degli ultimi mesi – aggiunge Scalfarotto – ha messo a dura prova molte realtà, tra le quali le tante strutture per l’infanzia che, tra mille sacrifici, non hanno mai smesso di rendere servizi indispensabili alle famiglie. È compito della Regione – afferma – garantire sostegno a queste imprese attraverso il corretto funzionamento del sistema di welfare».