Regionali, Boccia: “Dopo Cdm, obiettivo equilibrio di genere più vicino”

“Una bella pagina in tema di pari opportunità”

Così, il ministro Boccia dopo l’ok del governo all’introduzione della doppia preferenza di genere nella legge elettorale pugliese.

“Una bella pagina in tema di pari opportunità. Anche in Puglia e in Liguria alle prossime regionali si si potrebbe votare con la doppia preferenza di genere”. A dirlo, il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia, dopo l’ok del Consiglio dei Ministri all’applicazione di questo meccanismo elettorale. “Solo qualche giorno fa – aggiunge Boccia – raccogliendo le sollecitazioni pervenute, avevo scritto una lettera alla Conferenza delle Regioni, riaffermando una determinazione più volte rappresentata, perché i consigli regionali ancora inadempienti si adeguassero alla legge del 2016 sull’equilibrio di rappresentanza di genere”.

“L’informativa di oggi in consiglio dei ministri, che segue questa indicazione – sottolinea il ministro – conferma l’impegno assoluto di tutta la maggioranza di governo”. “Desidero ringraziare – conclude – la Ministra per le Pari Opportunità Bonetti per averla sempre sostenuta e un ringraziamento particolare all’on. Laura Boldrini per il lavoro dell’intergruppo per i diritti delle donne per l’impegno messo in campo per il raggiungimento di questo obiettivo”.

Grande soddisfazione anche da parte del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano che dichiara: “ Considero l’intervento del Governo a favore della introduzione della doppia preferenza di genere nella prossima tornata elettorale, una bellissima notizia, un atto legittimo e di assoluta condivisione, visto il mancato adeguamento del consiglio regionale”. E il governatore rivendica poi la paternità dell’iniziativa: “Lo avevo io stesso suggerito nelle settimane scorse al Governo in diversi colloqui con il Presidente Conte e il Ministro Boccia – sottolinea Emiliano. E conclude: “Spero e auspico che il prossimo consiglio regionale possa avere una grande presenza femminile”.