Consiglio regionale pugliese, Forza Italia e FDI abbandonano l’aula: “Voto falsato a causa dei pianisti del centrosinistra”

L’assise respinge l’emendamento per far decadere Massimo Cassano dalla guida dell’Arpal

 

Il ritorno dei “pianisti”, cioè dei consiglieri che oltre a votare per se stessi esprimono la preferenza, pur non potendo, anche a favore di altri colleghi assenti, non è stato gradito dal centrodestra in Consiglio regionale pugliese, che ha deciso di abbandonare l’aula.

 

Stop intanto all’emendamento che avrebbe fatto decadere il commissario straordinario dell’Arpal Massimo Cassano dal suo ruolo, tema su cui si era spaccata la maggioranza nell’ultimo Consiglio regionale, portando di fatto alla conclusione della seduta per mancanza del numero legale. Ma la situazione resta comunque delicata, in attesa che si definiscano da un lato la data delle prossime elezioni regionali, e soprattutto che il centrodestra indichi finalmente chi sarà il suo candidato.