Salvini a Mola di Bari per le regionali del 2020: “Infrastrutture e ospedali le priorità in Puglia”

In circa 700 l’hanno atteso in un lido balneare sulla litoranea di Mola Polignano a Mare e con due ore di ritardo, il vicepremier Matteo Salvini è salito sul palco per il suo primo comizio in vista delle regionali del 2020, trasformatosi in un tour elettorale per le probabili politiche del prossimo autunno. L’auspicio del ministro dell’Interno è quello di dare agli italiani un governo più stabile e meno litigioso.

Dichiara di aver convocato i parlamentari della Lega a Roma lunedì prossimo per parlare del futuro dell’Italia e del governo e senza mezzi termini, dal palco, invita i politici a tornare a lavoro perchè le Camere devono riaprire anche nella settimana di Ferragosto. E a chi gli chiede della possibile alleanza tra Pd e Movimento 5 Stelle, il leader della Lega risponde così: “In democrazia se cade un governo la via maestra è ridare la voce al popolo italiano, mi rifiuto di pensare ad accordi Pd-M5S che sarebbero una vergogna nazionale”.

E poi, in riferimento alle regionali pugliesi, va giù pesante contro il presidente della Regione Emiliano. Dal palco, ironicamente, gli promette il reddito di cittadinanza all’indomani della vittoria della Lega nel tacco d’Italia.