Bilancio decima legislatura Consiglio regionale Basilicata, Santarsiero: costituente e riformista

Conferenza stampa di fine anno insolita per la presidenza del Consiglio Regionale lucano. Oltre all’attuale inquilino dello scranno più alto dell’Aula Dinardo, Vito Santarsiero, sono intervenuti i due consiglieri che hanno svolto l’incarico prima di lui nella decima legislatura, Franco Mollica e Piero Lacorazza.

Presenza “nel segno della continuità” – è emerso – per un bilancio dettagliato dell’attività dell’Assemblea nel periodo 2014/2018. Lavoro che ha prodotto 221 leggi, dalla scuola all’agricoltura, riordino sanitario e contrasto alla ludopatia, condotto con l’atavica assenza di rappresentanza femminile, sul quale Santarsiero ha rimarcato gli sforzi compiuti nella nuova legge elettorale per assicurare la parità di genere. Nel 2018, in particolare, il Consiglio regionale ha approvato 53 leggi ordinarie, una non ancora pubblicata, e la nota legge di modifica statutaria, di cui 40 di iniziativa della giunta regionale e 14 dei iniziativa consiliare.

Non è passata inosservata la mediaticità della loro esposizione congiunta, sul piano politico, collegata ad una chiusura nell’alveo del Partito Democratico, allargata al centrosinistra, verso una ipotesi di Pittella Bis alle prossime elezioni. In attesa del pronunciamento del TAR, il presidente Santarsiero, ha confermato di essere favorevole ad andare al voto il 20 gennaio.