La proposta del vicepremier Matteo Salvini sulle pensioni. Interviene la UILP

Basilicata- Detassare le pensioni di chi si trasferisce al sud, zero tasse per 10 anni. E’ la proposta del Ministro e  premier della Lega Matteo Salvini.
Emerge subito il disappunto della UILP, che sottolinea quanto siano più urgenti i problemi degli attuali pensionati (soprattutto meridionali), delle loro famiglie e di quanti tra qualche tempo andranno in pensione. Bisogna stoppare la fuga in alcuni Paesi esteri degli italiani in pensione perché più vantaggiosi.
Per riportare l’attenzione sulle questioni prioritarie delle persone anziane è il caso di ricordare i tre temi più urgenti che come sindacati dei pensionati continuiamo a sostenere in ogni sede istituzionale, da quella del Governo alla Regione e ai Comuni.
In primis il Diritto di cura per tutti – cresce il rischio concreto di povertà sanitaria per molti anziani. In media, nell’ultimo anno, gli over 65 hanno speso per curarsi 455 euro, una cifra non lontana dall’importo di una mensilità di pensione minima (500 euro circa). Ancora ridurre le liste d’attesa, infatti due pensionati su tre (il 66%) hanno deciso di ricorrere, nonostante i costi superiori, a strutture private per visite o analisi necessarie.
“Non vogliamo – si legge – che mentre dal Nord del Paese ci siano pensionati che abbandonando i propri affetti familiari e la propria “identità territoriale” si trasferissero al Sud anche dalla nostra regione si alimenti la tendenza già diffusa nel Paese (circa 400 mila in pochi anni) di emigrazione di pensionati in Portogallo o in Paesi dell’Est Europa dove il potere di acquisto pensione italiana è decisamente maggiore.