Beni culturali, Latronico a Bonisoli: “Mibact sblocchi progetto Magna Grecia per Bernalda”

Il progetto c’è, risulta approvato, ma manca la convenzione tra Ministero e Comune. Il progetto è il ‘Magna Grecia – da Pitagora alla nuova cittadinanza temporanea euromediterranea”, candidato dal Comune di Bernalda (Matera) alla selezione del ministero dei Beni e delle Attività culturali di progetti per la valorizzazione del patrimonio culturale dell’area ionica. Della Magna Grecia, appunto. Con 83 punti su 100 la proposta di Bernalda è stata approvata, come risulta dagli esiti dell’istruttoria e daglia tti pubblicati lo scorso 2 maggio, ma senza sottoscrizione dell’atto di convenzione tra i due enti, il progetto è bloccato. 

Un inghippo per il quale interviene Cosimo Latronico di Noi con Italia, con una lettera direttamente al ministro Alberto Bonisoli. “Il decreto del Mibact, in attuazione del programma sperimentale ‘Magna Grecia’, prevede il sostegno alla nascita di un sistema culturale integrato – riepiloga Latronico – mediante la predisposizione di progetti definitivo e/o esecutivi, ai sensi della normativa vigente in materia di contratti pubblici, di interventi mirati alla nascita di un sistema culturale integrato che stimoli lo sviluppo di una forte identità territoriale attraverso azioni sinergiche che valorizzino aree archeologiche, strutture storiche, componenti artistiche e contesti urbanistico-architettonici, naturalistici, paesaggistici e ambientali a favore dello sviluppo del territorio della costa ionica e dei comuni contermini”. L’iter sia sbloccato, dunque. Vista anche la prossimità al 2019.