Il segretario del PD leccese, Piconese lascia il partito (con altri 100) e aderisce a MDP

Il segretario provinciale del Pd, Salvatore Piconese, ha consegnato questa mattina nella mani del segretario regionale del Pd Marco Lacarra, la lettera con le dimissioni dall’incarico del partito, prima della scadenza del mandato prevista per il prossimo autunno.

Piconese lascia il Pd e passa al Movimento Democratico e Progressista. Per il Pd salentino si tratta di un vero e proprio terremoto politico, giacché anche altri 103 tra sindaci, assessori, consiglieri comunali ed ex dirigenti di partito hanno deciso di fare altrettanto, passando tutti dal Pd alla nuova formazione di ispirazione dalemiana.

Singolare il caso di Patù dove a dire addio al partito democratico é stato il sindaco, Gabriele Abaterusso ex segretario cittadino ed ex componente della segreteria provinciale, insieme con tutti i consiglieri di maggioranza nel consiglio comunale. In conferenza stampa Salvatore Piconese, che é sindaco di Uggiano La Chiesa, ha spiegato i motivi di una decisione definita il “frutto di una lunga riflessione” su un partito diventato ormai “il partito di Renzi” che ha portato alla rottamazione in questi anni” la storia del partito e del suo popolo”.

“Il Pd è in questo periodo – afferma Piconese- una comunità divisa e disorientata poiché in questi anni la ‘torsione personalistica’, la venatura populista e plebiscitaria, unita all’occupazione di uno ‘spazio’ puramente centrista nel panorama politico nazionale, hanno modificato il patrimonio genetico del partito il quale si è del tutto allontanato dei suoi valori fondativi e dei suoi principi originari di democrazia e di giustizia sociale e di libertà”.