Sinistra Italiana, a Potenza assemblea costituente lucana

Nella sala convegni della Parrocchia di San Giuseppe a Potenza, assemblea costituente di Sinistra Italiana Basilicata, secondo i promotori “alternativa alla deriva neocentrista del premier Renzi e alla nullità conclamata dell’attuale classe dirigente, per costruire un nuovo patto fra Regione e Stato.”

Sono intervenuti, tra gli altri, il senatore lucano Giovanni Barozzino, il deputato Vincenzo Folino ed il capogruppo alla Camera dei Deputati, Arturo Scotto, il quale ha anche parlato del risultato delle elezioni amministrative che “da voce – ha dichiarato – a un’Italia che indirizza soprattutto nei confronti del Movimento Cinque Stelle un bisogno di rinnovamento della rappresentanza politica e del governo dei beni comuni. La nascita di Sinistra Italiana – ha aggiunto – è al fianco della sensibilità democratica mostrata da vaste aree della popolazione con la partecipazione al referendum sulle trivelle del 17 aprile, particolarmente significativa in Basilicata.”

l'onorevole lucano Vincenzo Folino

l’onorevole lucano Vincenzo Folino

Per Folino, nel contesto di radicali quanto incerte trasformazioni, “il territorio lucano appare sempre più marginale negli assetti politico – istituzionali e nel rapporto con lo Stato, pur trovandosi al centro della questione energia, ambiente e cultura.” L’assemblea ha formulato un documento con i primi 50 rappresentanti del comitato promotore. Hanno partecipato ai lavori anche Maria Mutante di Sinistra Ecologia e Libertà e l’ex componente SEL ed attuale consigliere regionale del Gruppo Misto Giannino Romaniello.