Consiglio comunale di Matera, entra Cotugno; presentata la Giunta

Angelo Cotugno in Consiglio Comunale di Matera

Angelo Cotugno in Consiglio Comunale di Matera

Esordio in Consiglio comunale per la giunta varata lunedì scorso dal sindaco De Ruggieri.

Secondo punto all’ordine del giorno, dopo la surroga della consigliera Antonicelli col consigliere Cotugno, infatti, c’era la presentazione dell’esecutivo da parte del primo cittadino, che ha permesso di conoscere altri due volti dello stesso, quello di Francesca Cangelli e quello di Stefano Zòccali, rispettivamente chiamati a ricoprire il ruolo di assessore all’Urbanistica e ai Sassi la prima e all’Igiene e all’Ambiente il secondo.

“E’ una squadra frutto del confronto politico – ha detto De Ruggieri – ma professionale e competente, adatta a quella dimensione di città europea che ora dobbiamo costruire col lavoro di tutti”.

Un punto sul quale si è ritrovata anche l’opposizione, fermo restando il fatto che, dai banchi del centrosinistra, è giunta la critica sulla sovrapposizione di alcune deleghe e sul numero dei componenti della giunta, nove, il massimo consentito dalla legge, che, hanno diffusamente evidenziato i consiglieri, indica una lottizzazione che, nonostante le buone intenzioni del sindaco in campagna elettorale sul cambio di metodo e sulla spending review, è rimasta uguale a quella delle precedenti amministrazioni.

Di qui un infruttuoso battibeccare tra maggioranza e minoranza tra stigmatizzazioni sul presente e ritorni sul passato, remoto e prossimo.

A rispondere, nuovamente, è stato De Ruggieri, invitando a non perdere tempo in dissertazioni poco costruttive e ad affrontare i temi nevralgici per Matera. “La sovrapposizione di competenze – ha spiegato – è legata a questioni di genere e specie, che implicano approfondimenti di temi generali con professionalità a volte diverse, mentre sul numero – ha aggiunto De Ruggieri – va detto che se la città vuole abbracciare il mondo, deve avere le braccia lunghe”. Dopo De Ruggieri ha letto una mail, giunta con posta certificata al suo indirizzo, dall’assessore Gianni Schiuma, delegato alla Programmazione, allo Sviluppo economico, all’Innovazione e al Marketing territoriale, con la quale ha annunciato di assumere l’incarico con responsabilità e spendendosi al massimo in un momento così importante, assente perché all’estero per precedenti impegni accademici. Per questo motivo il sindaco ha dichiarato di preferire di illustrare le linee programmatiche in una prossima seduta, non avendo avuto modo di sentire la Giunta al completo come da statuto, o di illustrarle in modo generico. Di qui una proposta di rinvio del consigliere Vizziello messa ai voti tra le chiassose critiche della minoranza che, non avendo l’assessore Schiuma firmato il decreto, sostiene che la Giunta comunale, in realtà, non vada considerata tale.

Il rinvio della seduta è quindi passato a maggioranza. Il Consiglio si riunirà nuovamente nel pomeriggio di lunedì 27 luglio.