No regionale al Salva-Potenza. De Luca: “speranza dal governo nazionale, pronto a lasciare il passo”

INTERVISTA AL SINDACO DARIO DE LUCA

Dario De Luca - sindaco di PotenzaPOTENZA – “E’ necessario il pareggio di bilancio, in caso di ritorno alle urne sono pronto a lasciare il passo.” Queste le dichiarazioni del sindaco di Potenza, Dario De Luca, intervenuto ai nostri microfoni dopo il no della Regione Basilicata alla richiesta urgente dei 42 milioni di euro necessari al bilancio del capoluogo.

Dopo l’incontro con il governatore lucano Marcello Pittella, De Luca ha auspicato un intervento del governo nazionale che riveda la difficoltà in cui versano anche altri centri in dissesto economico e proceda ad attuare un emendamento che possa dilazionare il risanamento di bilancio.

“La Regione ha espresso parere positivo in tal senso – ha affermato il sindaco potentino – e l’attuale condizione di dissesto pone il Comune al riparo rispetto ad azioni legali e blocca anche gli interessi sul debito.” De Luca ha confermato di aver compiuto ogni azione possibile per risanare le casse attraverso “sacrifici di amministrazione e popolazione”, da perseguire per raggiungere la stabilità.

Quest’oggi, il consiglio comunale tornerà a riunirsi in seduta aperta e straordinaria per trattare proprio le novità a doppio filo tra il capoluogo, l’ente regionale e Roma. In caso di ritorno alle urne, l’auspicio di De Luca è che “chiunque si troverà a governare, continui nell’opera intrapresa, con senso di responsabilità rispetto ad altri interessi di natura partitica.”

Annunciando, dunque, la volontà di lasciare il passo, ha concluso: “Potenza prima di tutto, il denaro pubblico non deve essere utilizzato per fare clientela.”