Provincia di Potenza. Taglio dei dipendenti. Approvato provvedimento.

Il provvedimento consiliare individua 335 unità lavorative in soprannumero, per le quali ancora non è stata individuata una ricollocazione. 

Provincia di PotenzaSono 263 i dipendenti di cui avrà bisogno e disporrà la Provincia di Potenza a fronte degli attuali 654. Stamane, l’ente di area vasta del potentino ha approvato il provvedimento con il quale individua il personale in soprannumero.

Una pagina del “capitolo province” che cambiano volto e dimensioni a seguito della riforma Del Rio. Quella di Potenza dunque, tra le prime amministrazioni in Italia, ha predisposto l’articolazione della dotazione organica del personale per lo svolgimento delle funzioni fondamentali.

Nel dettaglio, oltre al numero su citato, il provvedimento odierno ha individuato 335 unità lavorative in soprannumero, appartenenti agli uffici preposti alla gestione delle funzioni non fondamentali: 113 unità afferiscono al settore Formazione, 92 al Mercato del Lavoro e 20 appartenenti al Corpo di Polizia provinciale. Sono previsti inoltre, 113 prepensionamenti fino a fine anno fra la generalità delle funzioni storicamente attribuite alla competenza delle Province, e per i quali l’Ente dovrà continuare a pagare gli stipendi fino a maturazione dei requisiti. Dovranno essere infine oggetto di ricollocazione presso altre amministrazioni pubbliche (prevalentemente Regione Basilicata) 44 dipendenti provinciali.

Dove sarà ricollocato dunque il personale “in più”? Domanda alla quale non c’è ancora una risposta. “E’ inderogabile – ha detto il Presidente dell’ente, Valluzzi – l’immediata assunzione di responsabilità di Stato e Regioni per l’attuazione della riforma Del Rio.”