Potenza. Ghigliottina sul Trasporto pubblico locale. Ultimo atto del Consiglio comunale?

Potenza - Consiglio Comunale - PD - Dario De Luca - Luigi Petrone

Ghiliottinato il Trasporto pubblico locale del Capoluogo che, da oggi, sarà regolato da un nuovo Piano di esercizio. “Non il migliore possibile ma perfettibile” si è detto ieri durante il Consiglio Comunale di Potenza, e modulato sulla base della sostenibilità finanziaria del Comune.

In sintesi, il trasporto costerà circa 8 milioni di euro, tra chilometri percorsi su gomma e scale mobili, e verrà messo a bando, probabilmente con il subentro di un nuovo gestore. Ieri, è arrivata l’approvazione da parte del Consiglio potentino (con 15 voti fovorevoli e l’astensione del Pd) di questo piano che, prevedendo la sensibile riduzione del costo, aiuterà a risanare il disavanzo delle casse municipali.

Decisione presa non a cuor leggero. A rischio, ora, sono i lavoratori che anche ieri affollavano la seduta consiliare. Il dibattito è stato lungo e ha platicamente reso l’idea della difficoltà politco-amministrativa della Città.

“Questo Consiglio continuerà ad esistere o è l’ultimo atto che si appresta a fare?” è la domanda che si alzata da uno dei banchi consiliari. “La porta è aperta – ha detto il sindaco, Dario De Luca, che avrà tempo ancora fino a sabato per ritirare le sue dimissioni – Oggi invece di collaborare si continua a litigare e non capisco perché. ” – ha aggiunto De Luca riferendosi agli equilibri politici non solo del Pd ma anche dei partiti che lo hanno sostenuto.

L’invito arrivato ieri, in un clima a tratti da “aula di tribunale” è stato ancora quello a costruire. “A distruggere – ha detto il sindaco – non ci vuole nulla”.