Potenza. De Luca e Petrone incontrano Pittella: prima di decidere voglio ascoltare il commissario

Potenza. Sindaco e presidente del Consiglio comunale a colloquio da Pittella

Potenza. Sindaco e presidente del Consiglio comunale a colloquio da Pittella

POTENZA – Sarà necessario attendere il contenuto della relazione del commissario sull’entità del disavanzo del bilancio del Comune di Potenza – che dovrà essere conclusa entro il 2 novembre – prima di decidere i passi successivi, e “nel frattempo l’amministrazione dovrà lavorare a ‘zero euro’, facendo quindi affidamento solo sulle entrate”: il governatore lucano, Marcello Pittella, in ogni caso “vuole ascoltare il commissario prima di decidere cosa fare”.

E’ quanto ha spiegato il sindaco del capoluogo lucano, Dario De Luca, che con il presidente del Consiglio comunale, Luigi Petrone, ha incontrato Pittella per discutere della situazione economica del Comune e dell’eventuale sostegno della Regione.

Secondo le stime ipotizzate da De Luca, il disavanzo ammonterebbe a circa 25 milioni di euro, con una previsione di dieci milioni per il prossimo anno e dieci per il 2016, ”ma sarà il commissario a stabilire la cifra precisa”, ha proseguito De Luca: “Come ha detto Pittella, la situazione è difficile, e sarà necessario incontrare il commissario, intanto i componenti della task force incontreranno i tecnici regionali”.

Il sindaco di Potenza ha quindi evidenziato che “sarà necessaria la copertura del disavanzo con i fondi regionali” e “nel frattempo gestiamo il Comune senza nemmeno un euro, pagando i debiti in base alle entrate: da poco ci è arrivato l’ultimo trasferimento del ‘Salva Potenza’ del 2013, ma dai proventi della Tasi ci aspettiamo poco, circa 1,4 milioni di euro”.

Il “dialogo politico tra le diverse forze presenti in Consiglio intanto è fermo”, ha concluso De Luca, poiché “tutti sono concentrati sulle questioni finanziarie”.