Sblocca Italia, Pittella a Vicari: per Basilicata non molto

Marcello PittellaPotenza. “Né al sottosegretario Vicari, né ad alcun altro è concesso affermare che la Basilicata abbia ottenuto molto e che gli accordi con la Regione siano stati rispettati”: è la replica del presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), al Sottosegretario allo Sviluppo economico, Simona Vicari (Ncd), che ieri ha detto che nel decreto “Sblocca Italia” vi era “molto per la Basilicata”. “Alla luce di quanto emerso finora e che anticipa per parte nostra un giudizio di netta insoddisfazione – ha aggiunto Pittella – non mi pare che le cose stiano così. Non lo sono soprattutto per quanto riguarda le proposte sul patto di stabilità e sul Memorandum”. Pittella, che sempre ieri aveva invitato alla “compostezza” nei giudizi – tutti critici, alcuni fortemente critici, sul decreto del Governo (che lascia credere ad un aumento delle estrazioni petrolifere in Basilicata) – ha oggi fatto riferimento ad “un comportamento istituzionale incentrato sulla sobrietà e sul rispetto dei ruoli, in attesa di conoscere il testo ufficiale dello Sblocca Italia. Attesa trascorsa in un lavoro incessante degli uffici di presidenza, impegnati a cercare le soluzioni più rapide e a presentare i correttivi più utili al testo. E’ evidente che la partita in gioco è strategica per la Basilicata, per il futuro e la programmazione regionale, per la crescita e lo sviluppo di intere comunità, e per questo tutte le azioni che la Regione intenderà avviare saranno oggetto di concertazione e dibattito immediatamente dopo aver letto il testo definitivo del decreto. Nel frattempo, mentre in molti si affannano in queste ore a diffondere note stampa e ad affollare bacheche social – ha concluso Pittella – io nella responsabilità del mio ruolo e nel rispetto dei rappresentanti del governo nazionale con i quali sono in contatto, sto lavorando affinché si portino a casa i risultati migliori”.