Dibattito Estivo. Il Tour di Renzi e la “bufala” del cartellone Basilicata a Shanghai

Basilicata Shanghai

Il premier Matteo Renzi alla vigilia di ferragosto invia un segnale simbolico all’intero Paese per il rilancio del mezzogiorno. Un viaggio, un tour in quattro tappe che tocca Napoli, Reggio Calabria, Gela e Termini Imerese.

La Basilicata non è prevista tra le tappe di questo giro estivo e più che le polemiche si rianima il dibattito. Il primo ministro snobba la Basilicata? Non se ne preoccupa il suo rappresentante locale, Marcello Pittella, che il 14 agosto prova a smorzare “l’amarezza” di parte dei lucani e si dice non preoccupato né rammaricato:

“Più che una visita di cortesia” scrive Pittella “che pure so già essere in agenda per i prossimi mesi a Renzi chiedo e chiederò con sempre maggiore incisività risposte sui temi del petrolio”.

In rete intanto torna alla ribalta un “aneddoto” raccontato da Renzi alla Leopolda (solo lo scorso mese di Ottobre, quando ancora non era premier) che ha per protagonista proprio la “Basilicata” turistica:

“Che senso ha trovare un cartellone pubblicitario all’aeroporto di Shanghai che inviti i turisti ad andare in Basilicata?”.

Il frammento del video alimenta ancora il dibattito. Gia in occasione di quella dichiarazione a Renzi rispose l’allora presidente della Regione, Vito De Filippo: “Penso che Renzi, che vuole governare l’Italia abbia il dovere di conoscere tutto il Paese, anche la Basilicata, ma evidentemente non la conosce abbastanza. O forse ha un pregiudizio”

In effetti oltre Matera, c’è di più. Quello lucano è un sistema turistico che prova a mettere in rete le sue tante peculiarità.

E stamattina è Gianpiero Perri dalle colonne del Quotidiano del Sud, che “smaschera” lo scivolone di Renzi. Essì perché se è vero che la Basilicata proprio sotto la reggenza De Filippo ha fatto promozione in Cina durante l’Expo, quella del cartellone nell’aeroporto di Shanghai è più una “leggenda metropolitana”.

Lo scrive su Facebook lo stesso direttore dell’APT: “Un amico ha rimesso in circolazione il video di Renzi alla Leopolda dell’ottobre 2013 in cui si ripete la storiella del cattivo esempio che avrebbe dato la Basilicata nella promozione turistica con un cartellone pubblicitario, posizionato niente meno che a Shanghai”

Leggendo il post di Perri scopriamo che i primi a citare la Basilicata furono Rutelli e Prodi in un aneddoto risalente al giugno 2006. L’anno dopo il cartellone a Shanghai citato da Prodi, diventa una manifesto al Golfo di Dubai.

E così la storiella viene poi riportata dal Corriere della Sera, e il cartello diventa un invito a Visitare Metaponto. Di bocca in bocca la “maldicenza” si trasforma e arriva Renzi nella versione “cinese”.

“Speriamo almeno che, come dice Voltaire” conclude Perri “a furia di calunniare qualcosa di positivo resti, se non altro il ricordo del brand Basilicata, un pò di notorietà a caro prezzo, pardon, a prezzo di una “bufala”!”