Potenza, presentazione cartello politico “Un’altra Basilicata”

Schermata 2013-06-20 alle 16.02.07POTENZA – Presentata come la “Basilicata del sogno e delle possibilità”, l’unione tra forze politiche di centro destra e movimenti fin’ora al di fuori del Palazzo del potere decisionale di Via Anzio, ha visto la prima uscita pubblica con una conferenza stampa organizzata a Potenza nella Sala riunioni del Palazzo del Consiglio regionale.

Questo, per ribadire ufficialmente la posizione di apertura nei confronti di chi vuol porsi come alternativa al “Sistema Basilicata” che – a dire degli intervenuti – generata secondo incongruenze gestionali e negligente verso la vera e propria emergenza socioeconomica che sta attraversando l’intero territorio. Una chiusura a riccio per tenere in vita nonostante mille problemi il centrosinistra lucano e che ora trova una risposta con un programma stilato da chi vuol fare quadrato intorno al progetto di rilancio del centrodestra lucano.

Vi hanno partecipato i dirigenti locali Gianni Rosa (Fratelli d’Italia), Gianfranco Blasi (Grande Sud), Mario Guarente (Movimento per le Autonomie), Rocco Coviello (FLI) e Maria Bonsera (in rappresentanza di Egidio Facioni per Io Amo l’Italia), ovvero tutte le forze politiche e le organizzazioni civiche che già da oggi hanno scelto di porsi quale alternativa verso le Elezioni regionali che si terranno in autunno. Ancora attendisti ma presenti all’incontro, UDC e Fare per Fermare il Declino che non hanno mancato di far sentire le loro posizioni.

E si guarda a prossimi tavoli di discussione che porteranno poi alle Elezioni di novembre per la scelta del candidato governatore ma che adesso – precisano ancora i veri referenti – non trova terreno di contesa nello sterile dibattito che in queste settimane “infiamma” le cronache locali sui nomi da scegliere per le liste.

Gianni Rosa di Fratelli d’Italia Basilicata ha commentato: “Ai lucani in questa fase vogliamo consegnare le idee da mettere in pratica attraverso gli uomini e le donne giusti. Le nostre idee e le ipotesi programmatiche partono per allargare il progetto a chiunque crede che sia arrivato il momento di creare un’alternativa politica sulla quale i lucani possano puntare nel momento in cui saranno chiamati a scegliere il nuovo governo regionale. Il futuro lo costruiamo giorno per giorno – ha continuato Rosa – con massima trasparenza e sui fatti, ascoltando la gente comune. Slogan e proclami li lasciamo a chi fino ad oggi ha mal governato questa terra.”

Hanno fatto eco le parole di Gianfranco Blasi di Grande Sud, il quale ha invitato al dialogo anche le forze che per logiche nazionali si trovano in posizione di attesa ma che guardano con favore l’iniziativa di un cartello comune, ovvero Scelta Civica coordinata in Basilicata da Ernesto Navazio.

Lo stesso Navazio ha salutato positivamente l’unione d’intenti e dichiarato: “Abbiamo l’obbligo di uscire dalle ideologie e dare risposte concrete. La Basilicata è in chiara difficoltà ma per la prima volta il cittadino lucano non avrà la certezza che alla prossima tornata elettorale il Centrosinistra vincerà lasciando agli altri le percentuali minori. Vi è la certezza di una alternativa – ha concluso l’esponente regionale centrista – un dato assai rilevante.”