Congresso Fli, Pasquale Di Lorenzo eletto coordinatore provinciale

MATERA – Un momento di confronto interno al partito e di bilancio di quanto fatto finora, di elaborazione politica delle future iniziative e strategie e di selezione dei temi politici sui quali Futuro e Libertà intende concentare la propria azione politica in Provincia. Si è tenuto questa mattina a Matera il primo Congresso Provinciale del Fli, al quale hanno preso parte l’onorevle Salvatore Tatarella, delegato nazionale della segreteria generale dei Congressi, e il coordinatore Regionale del Partito, senatore Egidio Digilio. Sullo sfondo, l’eco dei fatti, avvenuti nelle ultime settimane, sui quali, solo qualche mese fa, nessun osservatore politico avrebbe mai puntato: l’onda lunga delle amministrative, che ha messo a nudo le crepe nella maggioranza di Governo, l’esito dei Referendum, l’ennesima sberla, come la definirono dalla Lega, ma anche le innegabili difficoltà dell’opposizione parlamentare di Centrosinistra, incapace di trovare la formula politica giusta per candidarsi alla guida del Paese. E poi naturalmente, nella complicata geografia della politica italiana, la posizione del terzo polo. La durata del Governo, ha sottolineato Tatarella, è direttamente proporzionale alla sua perdita di consensi. Dalla situazione nazionale a quella locale il passo è breve. Nella sua relazione, Pasquale Di Lorenzo, eletto all’unanimità Coordinatore Provinciale del Partito, nel corso dei lavori del Congresso, è tornato sulla necessità di rafforzare i rapporti e le relazioni del territorio Materano con la vicina Puglia. Ciò di cui la politica ha urgente bisogno, è stato inoltre ribadito, è un vero e proprio ricambio generazionale che non è una questione anagrafica ma meritocratica.

Nominato anche il Coordinamento Provinciale, cosi composto: Antonio Petrillo, Domenico Lazazzera, Toto Augusto, Francesco Carbone, Doriano Manuello, Giuseppe Annecca, Angelica Lavecchia, Antonio Cappiello, Sisto Gianpiero, Francesco Salvatore, Federico Fragasso, Attilio Troiano, Massimiliano Amenta, Giovanni Tortorelli, Giuseppe Pascucci, Gianpiero Andrulli, Angela Giasi, Alessandro Quinto,Pierpaolo Capece, Angelo Eletto,Donato Rago,Maria Rosaria Carbone,Carlo Traietta.