De Filippo Confermato Governatore

Il riconfermato Vito De Filippo

Potenza 30 marzo 2010. Finisce dunque con sette regioni (Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Basilicata e Puglia) al centrosinistra e sei (Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Campania e Calabria) al centrodestra. I partiti di governo riconquistano quattro governatori – si partiva da 11 a 2 – e, dopo tutto quello che è successo nel Lazio con la mancata presentazione della lista Pdl, tirano un sospiro di sollievo. Il centrosinistra registra le sconfitte annunciate in Campania e Calabria e quelle meno previste in Piemonte e Lazio. Puglia e Liguria rimangono quindi i suoi due più importanti sorrisi: Burlando ha battuto Biasotti di 5 punti e Vendola ha stracciato Palese di 7 e si è poi abbandonato a un comizio gonfio di poesia e di commozione parlando di “laboratorio politico pugliese”. Tengono, poi, le roccheforti dell’Italia centrale dove, però, compare qualche crepa e le “5 stelle” dei grillini ottengono buoni risultati un po’ dappertutto. La Basilicata invece conferma pienamente la fiducia al suo Governatore uscente, Vito De Filippo, e alla sua coalizione di centrosinistra. Col 60,81 percento delle preferenze, è lui il Presidente della Regione Basilicata. Non riesce ad andare oltre il 27,92 percento invece il candidato presidente per il centro destra, Nicola Pagliuca, che individua nella numerosità delle liste del centrosinistra, nell’appoggio dell’Udc a De Filippo e in quella che definisce azione di disturbo portata dalla presenza di Allam, le principali cause della sconfitta.