Massimo D’Alema a Matera per Adduce

Massimo D'Alema, Partito Democratico

Matera. E’ un motivo gioia e di soddisfazione per Massimo D’Alema raggiungere Matera, una città importante con alle spalle una vicenda amministrativa “complessa”. Nel 2007  la  scelta diversa è avvenuta anche per la forza della personalità dell’ex sindaco Buccico. “Ma la destra” ha spiegato D’Alema “chiamata ad una prova importante, ha dimostrato ancora una volta di non essere una forza in grado di garantire stabilità e governo”. Ed utilizza una metafora, al Teatro Duni, per spiegarsi meglio:   “l’esperienza del governo Buccico funzionerà  come una vaccinazione, infatti, quando ci si piglia un gran febbrone poi si guarisce e non ci si ammala più.” Poi ha rincarato la dose “Se a governare la città di Matera non ci è riuscito un uomo di serie A è molto difficile che possa riuscirci qualcun’altro di serie B”. Prima di Massimo D’Alema sul palco i segretari provinciali e regionali del Partito Democratico, Anna Ferrara e Roberto Speranza, il candidato governatore di Basilicata Vito De Filippo e naturalmente il candidato sindaco di Matera Salvatore Adduce che è tornato a chiedere l’impegno dei militanti e dei sostenitori per vincere al primo turno.