GEOpenDay. Da Potenza per i 20 anni della Geocart

GeocartUn viaggio tra memoria ed innovazione, con l’utilizzo delle nuove tecnologie e la centralià dell’elemento umano. il #GEOpenDay dell Geocart S.p.A ha raccontato una storia d’impresa e di innovazione con una forte propensione vero il futuro.

Un viaggio, appunto, che ha attraversato il tempo e lo spazio dei 5 piani della sede potentina della Geocart. Per ogni piano un team di professionisti ha accolto i visitatori, provenienti anche da fuori regione, raccontando e mostrando le tecnologie con cui ogni giornio la Geocart lavora per il controllo del territorio ed il monitoraggio ambientale.

Durante la conferenza di presentazione del lavoro svolto in questi anni da Geocart, l’amministratore unico Antonio Colangelo ha sottolinenato il profondo impegno della Geocart nei settori dell’Osservazione della Terra, Infrastrutture, Energia, Ambiente e Territorio, Ingegneria Civile. L’intervento dell’amministratore Geocart, che ha evidenziato il profilo dell’azienda con le radici nel territorio lucano ma con lo sguardo rivolto ai ercati globali, si è concluso con un video molto suggestivo, che ha permesso agli ospiti di vivere in prima persona la visione del futuro dell’azienda lucana. Forte spinta all’internazionalizzazione, sviluppo della computer grafica e un lavoro continuo e nel rilevamento e nel monitoraggio dei territori, grazie al continuo investimento in ricerca ed innovazione.

Spazio anche alla creatività ed alle nuove tecnologie per i beni culturali e l’audiovisivo, con il team di ricerca e sviluppo di Digital LightHouse, che ha permesso di vivere esperienze uniche grazie alla videografica e alla tecnologia Oculus Rift.

Grazie al lavoro di Digital Lighthouse, proprio a partire da oggi, attraverso il portale geocartspa.it, l’utente verrà accompagnato in viaggi virtuali interattivi e potrà ammirare alcuni siti lucani di rilevanza storico/culturale, potrà esaminare i modelli 3D, girarci intorno e ritornare a volare nella realtà virtuale per trasferirsi in un’altro luogo. Importanti architetture storiche della città di Potenza come il Ponte Musmeci, la Cattedrale di San Gerardo, Torre Guevara o quelle presenti a Matera come la Cripta del Peccato Originale e il Castello Tramontano, saranno alcuni dei luoghi visitabili interattivamente sulla nostra libreria.

Elementi distintivi della soluzione firmata Geocart, riguarda la compresenza di tre livelli di visualizzazione, pensati per migliorare l’esperienza di navigazione: il primo, l’interfaccia di ingresso, sarà una cartografia digitale intuitiva che metterà in evidenza le città o i luoghi in cui saranno presenti le ricostruzioni virtuali; selezionata la città o il luogo da “visitare”, si accederà al secondo livello, navigando attraverso un modello 3D “Point Cloud” su cui saranno presenti le architetture elaborate.

Ogni tour virtuale, inoltre, sarà arricchito da informazioni storiche e scientifiche dei modelli visitati e da foto e testimonianze bibliografiche riportate in chiave moderna e critica. L’utente diventerà il “Caronte” di se stesso in un viaggio alla scoperta di luoghi, segreti e informazioni pensati, raccontati e visualizzati per rendere unico e piacevole il soggiorno nel mondo digitale.