D’Onghia confermato sulla panchina della Time Volley; sgomento il presidente della Pallavolo Matera.

Gianni D'Onghia, allenatore della Time Volley Matera.

Matera – Tutti davano ormai per certo l’approdo del tecnico Gianni D’Onghia sulla panchina della Pallavolo Matera, club di serie B1 maschile, ed invece arriva la nota ufficiale della Time Volley Matera che annuncia la conferma dell’esperto allenatore originario di Taranto per la terza stagione consecutiva. Tecnico dall’importante curriculum, con esperienze nella massima serie maschile e femminile, D’Onghia è ritornato nella città dei Sassi per guidare il sestetto presieduto da Frangione nella stagione 2009/2010 di serie B1 quando si è ottenuta un’esaltante vittoria play-off e si è conquistato il diritto a partecipare alla serie A2 2010/2011, chiusa poi con un ottimo e meritato sesto posto. “Dopo le due precedenti annate – dichiara Frangione – non potevamo lasciarci sfuggire Gianni D’Onghia ma era doveroso ripartire con lui”. Ed in merito alla scelta di D’Onghia, il presidente della Pallavolo Matera, Tulliani, si ritiene sgomento per tale improvvisa decisione ritenuta sgradevole. “Agli inizi di luglio – puntualizza Tulliani – si erano stabiliti tutti i dettagli di un accordo che avrebbe legato il tecnico alla Pallavolo Matera”. Non a caso D’Onghia aveva dato proprio al presidente indicazioni sulla squadra da allestire e si era adoperato personalmente a prendere contatti con giocatori. Tulliani, nel corso del mese di luglio, aveva inoltre condiviso con l’allenatore la pianificazione del nuovo anno sportivo in vista di un rapporto di collaborazione duraturo ed invece domenica, telefonicamente, il tecnico tarantino ha comunicato di aver firmato per la Time Volley. “L’incresciosa vicenda – conclude Tulliani –  mi rattrista, soprattutto per i rapporti personali che Gianni D’Onghia ha con l’intero staff dirigenziale della Pallavolo Matera; e mi amareggia, altresì, il comportamento dei dirigenti della Time Volley che, pur consapevoli dell’accordo esistente, hanno profuso tanto impegno per indurre il tecnico a prendere una così poco decorosa decisione”.

 

Share Button