Time Volley Matera – San Vito 3-2

Matera – La Time Volley Matera davanti al pubblico amico supera al tie-break il San Vito dei Normanni nel derby appulo-lucano valido per l’undicesima giornata di ritorno del campionato di pallavolo femminile di serie A2. Una partita palpitante, giocata a viso aperto dai due sestetti, con incredibili ribaltoni ed un infaticabile pubblico anche ospite presente sugli spalti. Le locali, sotto per due set a zero, sono autrici di una grande rimonta e nel quinto ed ultimo set confermano di essere squadra dal gran carattere e dall’eccellente tenuta atletica. L’avvio è tutto biancazzurro e non a caso i time out tecnici dicono 8-3 e 16-8, ma è veemente la reazione delle pugliesi che decidono ai vantaggi il set: 25-27 il finale con palla decisiva messa a terra da Kohler. Nel secondo parziale sono le ospiti a partire con il piglio giusto ed a subire successivamente la rimonta materana: tecnici sul 5-8 e 15-16, quindi punto a punto fino al 18 pari quando San Vito riesce a proporre un mini-break e ad aggiudicarsi il set a 22 sul punto della giovane australiana Rourke, autentica trascinatrice della sua squadra e non a caso migliore realizzatrice di giornata con 40 palle messe a terra che le garantiscono la permanenza ai vertici delle classifiche di rendimento. Il terzo set è condotto dalla Time Volley fino al 22-12 con stop tecnici sull’8-5 e 16-9; pian piano San Vito si avvicina ma sul 24-17 sembra improbabile rimettere tutto in discussione ed invece 6 punti di fila delle ospiti mettono i brividi, ci pensa Romanò in pallonetto per il 25-23. Il quarto set è di marca San Vito fino al secondo time out tecnico, punteggio 9-16; la Time Volley, che nel frattempo affida la regia a Rossana Montemurro, non demorde e riagguanta le avversarie per poi vincere il set a 31 sul muro di Marulli ai danni di Rourke. Pratica rinviata al tie-break che è gestito esclusivamente dalle materane, salvo in avvio: la Time Volley chiude il quinto sul 15-9 con Montemurro. 3-2 il finale in favore della Time Volley, sempre sesta con  38 punti ma che ora, a due turni dal termine del campionato, ha la matematica certezza di non poter partecipare ai play-off, distanti 7 lunghezze.

Share Button