Coppa Italia Serie C. Potenza eliminato a Trapani

La campagna siciliana del Potenza si apre con l’eliminazione dai quarti di finale di Coppa Italia di Serie C. A Trapani, i rossoblu vengono puniti dal gol all’89’ di Evacuo.

Ritorno in patria per mister Raffaele, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, dinanzi alla seconda in campionato con 58 punti. Sono 38 quelli potentini con una gara casalinga da recuperare contro la Sicula Leonzio. Circa 50 i temerari tifosi lucani al seguito. Formazione molto bassa con difesa a cinque in fase di non possesso, França e Genchi in avanti. Al 1′, giallo sventolato a Ferretti per simulazione in area, poi al 6′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Corapi a indirizzare alto da fuori area. Al 18′ sussulto ospite: punizione defilata e mancino di Emerson verso l’incrocio dei pali, bravo il portiere Ferrara a deviare. Trapani impreciso con Nzola, poi brivido per l’estremo difensore Breza che inciampa durante un retropassaggio e si salva in angolo. Al 33′ il solito Emerson su calcio piazzato testa i guantoni di Ferrara. Giosa si becca un giallo per fallo su Nzola, poi Toscano manca il gol di un nulla.

Nella ripresa, al 53′ flipper in area di rigore potentina con sfera smanacciata d’istinto da Breza. L’ingresso dell’ex di turno Murano vivacizza l’attacco e dopo pochi secondi França scatta sul filo del fuorigioco, trattenuto, cade in area senza riuscire a calciare tra le proteste. Provvidenziale al 61′ l’intervento di chiusura in area dell’ottimo Giosa in una partita spezzettata da falli e cambi. Ma è l’ingresso di Evacuo a creare veri grattacapi alla difesa lucana: all’82’, clamoroso il cross di Ferretti senza finalizzatori. La doccia fredda arriva all’ultimo minuto: Evacuo è lesto in area ed incrocia di testa dietro l’incolpevole Breza per il gol partita. Ora testa al campionato, domenica Potenza nuovamente in terra sicula contro il Catania per continuare il sogno playoff.

Share Button