Strade lucane, Margiotta convoca Anas per una verifica degli interventi

Buone notizie per la viabilità lucana. Il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Salvatore Margiotta ha incontrato oggi presso la sede del Mit il Capo Compartimento della Basilicata, Carlo Pullano per una verifica sullo stato di attuazione di diversi interventi Anas programmati e altri nuovi nella Regione.

Presente all’incontro il capo Segreteria del Sottogretario, Nicola Valluzzi. Anas, accogliendo la richiesta di immediata apertura dell’ultimo tratto ancora chiuso della Nerico Muro Lucano avanzata ieri dal Sottosegretario nel corso della riunione con l’ingegner Castiglioni e gli amministratori locali, a seguito degli approfondimenti del caso ha confermato la volontà di assumerne la gestione a partire dai primi di novembre.

Tra le altre questioni discusse nel corso della riunione odierna, l’accelerazione degli interventi programmati sui principali assi viari del territorio lucano a partire dal Raccordo autostradale n.05 Sicignano-Potenza e S.S. 407 Basentana.

Il Capo Compartimento ha rassicurato sull’avanzamento dei lavori in corso di esecuzione sul raccordo autostradale e sulle progettazioni degli interventi di messa in sicurezza degli altri viadotti, i cui lavori sono già stati finanziati.

Mentre sulla S.S. 407 Basentana la notizia è che finalmente, a fine ottobre, saranno consegnati (a conclusione delle operazioni di bonifica degli ordigni bellici) i lavori relativi alla messa in sicurezza dal Km 43+780 al Km 45+200, mentre a breve saranno nuovamente aggiudicati i lavori del tratto ricompreso tra i Km 42+220 e 46+400. Proseguono le attività di progettazione per la riqualificazione funzionale programmata dell’intero itinerario.

Grande attenzione è stata richiesta dal sottosegretario alla velocizzazione degli interventi di ampliamento, a tratti saltuari, della S.S. 658 Potenza-Melfi, sia per gli interventi in corso di esecuzione, sia per quelli che dovranno essere appaltati.

“Occorre dare sicurezza alle migliaia di cittadini e operai che abitualmente la percorrono e azzerare il tasso di incidentalità e di lutti che quella strada ha prodotto nel corso degli anni”, ha detto Margiotta sottolineando che
“l’attesa velocizzazione, oggi, può essere garantita con lo strumento degli accordi quadro a cui va il merito di aver determinato un’accelerazione degli investimenti”.

Avviata la discussione sulla questione Fondo Valle del Sauro, altra storica incompiuta della viabilità lucana e sul completamento degli interventi di messa in sicurezza della S.S. 18 Maratea-Acquafredda.