Arpab, Rosa: “Risposte occupazionali in tempi brevi”

Riceviamo e pubblichiamo

Nel corso del tavolo di indirizzo politico-sindacale che si è tenuto oggi a Potenza, nella sede del Dipartimento Ambiente, è emerso che saranno emanati in tempi brevi gli avvisi pubblici per titoli e per esami per la selezione del personale e che saranno prorogati i contratti in somministrazione

Confermata la copertura finanziaria per l’espletamento degli avvisi per titoli ed esami, ma anche la proroga dei contratti in somministrazione fin quando non ci saranno le assunzioni a tempo determinato dei relativi profili.

Definiti, inoltre, gli adempimenti ed i tempi tecnici per l’emanazione dei bandi. È quanto emerso oggi, a Potenza, nel corso del tavolo di indirizzo politico-sindacale sul Masterplan dell’Arpab, presieduto dall’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa.

Presenti all’incontro, anche il direttore dell’Arpab, Edmondo Iannicelli ed alcuni rappresentanti dell’agenzia e di parte delle organizzazioni sindacali (Cisl, Fials e Ugl). È intervenuto alla riunione anche il dirigente generale del Dipartimento Ambiente, Michele Busciolano, che ha sottolineato l’impegno profuso “per superare la logica emergenziale e per puntare a fare sistema”. L’assessore Rosa, dopo aver ricordato che nel precedente incontro erano stati definiti “con chiarezza il fabbisogno di personale e le figure da selezionare pari ad 82 unità” ha assicurato al tavolo “la copertura finanziaria con risorse in parte provenienti da Eni ed in parte dal Fondo per lo sviluppo e per la coesione (Fsc)” ed ha preso atto del cronoprogramma illustrato in dettaglio da Arpab.

“Continuiamo – ha detto l’assessore – a compiere passi in avanti, pur nelle difficoltà che scaturiscono dalla ristrettezza dei tempi: ci saranno quanto prima tutte le professionalità per il corretto funzionamento dell’Arpab. Si farà il possibile per emanare i bandi in tempi brevi e per dare così risposte ad ogni tipo di esigenza. Si spera quindi che Arpab riesca ad arrivare presto alla emanazione dei bandi. I concorsi si faranno e su un punto non transigo: nessuno avrà vantaggi: vinceranno e saranno assunti coloro che dimostreranno, al termine delle prove scritte e orali, di essere i migliori. Saranno prorogati nel frattempo, per garantire la continuità delle attività, i contratti in somministrazione, nel rispetto delle normative in vigore per quanto riguarda la durata, fin quando non saranno conclusi i singoli concorsi e pubblicate le graduatorie.

L’Arpab – ha evidenziato l’assessore – deve essere messa nelle condizioni di svolgere nel migliore dei modi le proprie funzioni a tutela dell’ambiente e per la salvaguardia della salute dei cittadini. Stiamo lavorando per trovare soluzioni e ci sentiamo di avere la coscienza a posto, anche nei confronti delle tante aspettative occupazionali. Dispiace per quella parte dei sindacati che ha disertato il tavolo. Il confronto è fondamentale per raggiungere gli obiettivi”.

 

Share Button