Studio Farbas: Ottima salute acque lucane, lieve superamento valori sullo Ionio

Un solo superamento rilevante, lo scorso agosto, con valori di 1.800 e 575 di concentrazione batterica da Escherichia Coli in 100 ml, riscontrato a Fosso della Rivolta presso l’idrovora di Nova Siri e Rotondella (Mt). E’ l’episodio più importante emerso dal primo studio ed informazione dello stato di qualità della balneazione delle coste lucane intitolato “ComunInmare”, svolto dalla Fondazione Osservatorio Ambientale regionale della Basilicata in collaborazione con Arpab attraverso campionamenti nel periodo da maggio ai mesi estivi.

Stamane il tavolo tecnico presso la Sala Bramea del Dipartimento regionale Ambiente per illustrare i dettagli alla dottoressa Gramaccioni, referente di settore per il Ministero della Salute, alla presenza di tecnici dipartimentali e della dirigente Santoro, il direttore Arpab, Iannicelli, e il maggiore Milone dell’Arma dei Carabinieri, coinvolti nelle attività di verifica nei tratti balneabili del mar Ionio e del Tirreno.

Nel complesso – è emerso – lo scenario delle acque costiere lucane è di ottima qualità. Il quadro analitico dei valori rapportati agli indicatori microbiologici investigati, infatti, sia sulle foci dei corpi idrici naturali che delle sorgenti artificiali, risulta mediamente ben al di sotto del 10% fatte salve delle eccezioni osservate proprio ad agosto.