Tito (Pz) nel fronte contrario al radar meteo sul Monte Li Foj

Anche il Comune di Tito, insieme a quelli di Picerno, Potenza e Ruoti, si oppone all’installazione del radar meteorologico sul monte Li Foj. A darne notizia è l’ufficio stampa del centro potentino. Il Consiglio comunale – si legge in una nota – nella seduta del 20 luglio scorso, ha infatti approvato all’unanimità una delibera con cui impegna la Regione Basilicata a rivalutare nelle sedi istituzionali opportune la validità del progetto definitivo di installazione della torre radar, per garantire la tutela del territorio attraverso un percorso di coinvolgimento delle comunità interessate e da un’attenta valutazione sull’impatto ambientale.

Diversi i passaggi della vicenda con assemblee pubbliche e ricorso al TAR. Contro la decisione del Dipartimento di Protezione Civile nazionale, inoltre, da un paio d’anni è sorto un comitato “No Radar” composto da residenti che ha intrapreso una serie di azioni volte alla salvaguardia dell’alto valore paesaggistico della zona. Il prossimo 29 luglio, si terrà un evento di promozione della gastronomia locale con la 12 edizione del Trofeo di Monte Li Foj dedicato all’organetto, organizzata in collaborazione con l’Accademia Musicale Lucana.

Share Button