Earth Day 2017. A Potenza marcia in difesa del territorio lucano

Nella Giornata Mondiale della Terra – Earth Day 2017 – il mondo scientifico si è mobilitato a sostegno della ricerca e contro interferenze esterne, in primo luogo rispetto al cambiamento climatico. Anche Potenza è rientrata nelle 500 città in più di 100 Paesi del mondo per marciare all’unisono a difesa della scienza. L’evento nel capoluogo lucano, promosso dal Comitato Basilicata in Marcia per la Scienza è stato secondo solo a quello nazionale di Roma.

In centro storico, da piazza Mario Pagano, docenti, studenti e liberi cittadini hanno sfilato fino a Largo Pignatari. A seguire, al Museo Archeologico, incontro su “Scienza, Politica e Informazione” con letture, musica e la proiezione del film “Punto di non ritorno” con Leonardo di Caprio.

Sempre più spesso – è emerso – le evidenze scientifiche vengono ignorate o addirittura controvertite, per supportare decisioni che rispondono a esigenze politiche o economiche di pochi a danno della stragrande maggioranza e, a volte, dell’intera umanità. Diversi i temi lucani affrontati, dal rischio idrogeologico all’inquinamento ambientale, di stringente attualità con le vicende che interessano la Val d’Agri o Tempa Rossa piuttosto che il trattamento di rifiuti speciali di Tecnoparco nel materano e il termovalorizzatore di Melfi.

Share Button