Allarme morbillo rientrato in Puglia. Ad affermarlo il direttore generale del Policlinico di Bari

Si starebbe normalizzando la situazione sul fronte del contagio di morbillo partito dall’ospedale Giovanni XXIII. La commissione di valutazione interna sta cercando di capire se siano state proprio le due sorelline figlie di una coppia contraria alle vaccinazioni a scatenare la reazione a catena che ha portato poi a contagiare altri cinque bambini e tre adulti, tra cui un piccolo di 10 mesi ricoverato per un’otite che ha visto improvvisamente aggravarsi le proprie condizioni. La Regione Puglia ricorda che la fascia di popolazione tra i 17 e i 33 anni potrebbe essere più esposta al contagio, dal momento che la percentuale di copertura è poco sopra al 70%, mentre i soggetti più giovani risultano vaccinati nel 95% dei casi.

Share Button