Bari: convegno di oncologia. Nuove frontiere nella lotta al cancro

Un convegno, giunto alla sua settima edizione, che intende mettere a fuoco quelle che sono le innovazioni che stanno cambiando le modalità e le terapie da seguire per sconfiggere un male antico: il tumore. “Oncology for primary care”, questo il titolo del convegno organizzato dal professor Nicola Marzano, responsabile dell’Oncologia Medica al San Paolo di Bari, ha richiamato numerosi specialisti del settore che hanno portato la propria testimonianza. Si è parlato di quelle che sono le nuove frontiere nella medicina oncologica, dell’importanza delle cure primarie e del fondamentale ruolo svolto, in questo contesto, dal medico di famiglia, che rappresenta il primo interlocutore a cui il paziente si rivolge. Circa l’80% dei malati di cancro, infatti, manifesta i propri sintomi al proprio medico che ha il compito di seguire il paziente in tutte le fasi specialistiche della cura, supportandolo anche da un punto di vista psicologico. Basti pensare che i pazienti consultano i propri medici di famiglia in media più di 10 volte rispetto agli specialisti. Un altro fondamentale tema trattato durante il convegno ha riguardato gli effetti collaterali della terapia del cancro, come l’infertilità. Purtroppo, infatti, ogni giorno in Italia vengono diagnosticati 30 nuovi casi di tumore tra i soggetti di età inferiore ai 40 anni.

Share Button