Il Crob di Rionero ha ottenuto una certificazione dal Centro Nazionale Trapianti

Il Programma di trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche dell’Unità operativa complessa di Ematologia del Crob di Rionero in Vulture (Potenza) “ha ottenuto la certificazione da parte del Centro nazionale trapianti/Centro nazionale sangue in conformità al decreto legislativo 191 del 2007 e 16 del 2010”.

Lo ha reso noto l’ufficio stampa specificando che “a darne comunicazione è lo stesso team di valutazione che nei mesi scorsi ha esaminato il Programma trapianti dell’Istituto di ricerca lucano”.

Il centro dell’Irccs Crob “è certificato per le attività di: valutazione e selezione del donatore (autologo), raccolta, processazione, conservazione e distribuzione delle cellule staminali emopoietiche da sangue periferico. Le fasi di processazione e conservazione sono svolte in collaborazione con il Sit dell’ospedale S. Carlo di Potenza”.

Nel comunicato è anche evidenziato che “il trapianto di cellule staminali emopoietiche autologo rappresenta, da anni, una terapia di elezione per il trattamento di numerose malattie ematologiche e non, come leucemie, linfomi, mielomi, malattie congenite del metabolismo, immunodeficienze, patologie autoimmuni e alcuni tumori solidi”. (ANSA).

Share Button