Elezioni comunali Potenza 2019, cinque candidati sindaco

Tra i 54 comuni lucani al voto amministrativo del prossimo 26 maggio, a Potenza sarà lotta a cinque per la carica di sindaco.

A mezzogiorno di sabato, chiusi i giochi sulla consegna delle liste: 14 quelle presentate alla segreteria generale situata al Palazzo di Città in piazza Matteotti e che saranno verificate per l’ok definitivo. Sono 6 quelle a sostegno del candidato sindaco di centrodestra, il libero professionista Mario Guarente: Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Idea, Lista civica “Per la città” e “Potenza civica Guarente sindaco”. Quattro, invece, al fianco della candidata sindaco, l’avvocato Bianca Andretta: lista civica “La Potenza dei cittadini”, +Europa, Insieme per Bianca ed il Partito Democratico, quest’ultimo consegnato sul filo di lana. Il docente Valerio Tramutoli, è candidato sindaco con due liste: La Basilicata Possibile e Potenza città giardino. Nella giornata di venerdì erano già pervenute la candidatura a sindaco del medico Giuseppe Ferraro, con la lista civica Potenza nel Cuore, seguito dalla lista del Movimento 5 Stelle con il candidato Marco Falconeri.

Complessivamente, si recheranno alle urne 57.808 elettori, ed essendo l’unico comune al di sopra dei 15 mila abitanti, fissato l’eventuale ballottaggio nella data del 9 giugno. A margine abbiamo ascoltato il primo cittadino uscente Dario De Luca, eletto in quota centrodestra ed arrivato al termine di una complessa legislatura allargata al centrosinistra. A condizionare i 5 anni di governo del capoluogo lucano il dissesto e lavoro di risanamento finanziario delle casse comunali. “Al prossimo sindaco – ha dichiarato – il compito di proseguire il lavoro svolto.”

Share Button