Giornata Contro la Violenza sulle Donne: Basilicata in prima linea

Come ogni anno, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne offre l’opportunità di organizzare momenti di riflessione e di confronto, appuntamenti culturali e occasioni di denuncia.
Un simbolico drappo rosso da esporre davanti alla facciata del Municipio, è quanto previsto dalla campagna “Comune Intento, Comune attento” promossa in Basilicata dalla Commissione regionale per le pari opportunità e la Consigliera regionale di parità in occasione del 25 novembre.
Scopo dell’iniziativa, cui hanno aderito tanti comuni, tra i quali quello di Matera, è sollecitare la società lucana sulla massima attenzione a un fenomeno di stringente attualità.
Sempre nella Capitale Europea della Cultura “Collettivo Donne” ha voluto aderire alla Giornata del 25 con l’installazione di sagome e letture di brani in piazza Pascoli. Momento di riflessione anticipato da altri appuntamenti organizzati nei giorni scorsi in collaborazione con le Associazioni “Leggere contro vento”, “A.Ma.Sa.M.”, “Casa Netural”, “Risvolta”, “Teatro Pat”, “Iac”.

Questo non è amore”: è lo slogan scelto dalla Polizia per la campagna di sensibilizzazione e informazione in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne. I camper della Polizia sono in sosta nei centri storici dei due capoluoghi di provincia: a Potenza, in piazza Mario Pagano, e a Matera, in piazza Vittorio Veneto.

A Palazzo Lanfranchi nel pomeriggio l’iniziativa “Matera Rosa”. Mentre il Centro Antiviolenza Italiano, sempre a Matera, inaugurerà la Campagna Antiviolenza “Dalle parole ai fatti: per un mondo migliore”.
Perché anche
la Basilicata è segnata da tanti lutti. “Una mattanza che non ha risparmiato neanche la nostra regione, la Basilicata, dove i femminicidi, i loro tentativi, i casi di violenza domestica e di stalking fanno sentire il loro peso”, ha spiegato Ivana Giudice, presidente del Centro Antiviolenza Italiano.

 

 

Share Button