Uila- Uil Bari: “I voucher sono uno strumento che non tutelano i lavoratori agricoli”

Potremmo dire “1 a 1 palla al centro”. Dopo un lungo scontro con la Lega, Luigi Di Maio per portare a casa l’abolizione sui vitalizi, si è dimostrato propenso alla reintroduzione dei voucher, che gli stessi pentastellati avevano criticato. “Ben vengano – ha fatto sapere – se essi possano servire in settori come l’agricoltura e turismo”. Adesso è questione di giorni: il 24 luglio arriverà in aula alla camera il testo per il voto. Lega e grillini stanno trattano per modificare il testo anche se la Lega fa sapere che l’emendamento pro voucher è già pronto. Sul piede di guerra i sindacati che non hanno digerito la notizia. Anche a Bari la UILA risponde allo strumento che il governo giallo verde intende reintrodurre: da tempo – ha fatto sapere in una nota il Segretario della Uila-Uil Territoriale di Bari Pietro Buongiono – hanno inviato comunicazioni insieme a Flai Cgil e Fai Cisl ai deputati e senatori del territorio per sottoporre alla loro attenzione il tema voucher che rischia di segnare un interno settore quello dell’agroalimentare. Il dl “dignità” rimane una grande incognita della quale non siconosce il testo ma le dichiarazioni – fa sapere Buongiono – non lasciano ben sperare. Il vicepremier è sicuro che l’introduzione dei voucher sicuramente favorirà l’emersione del lavoro nero. Nella lettera ai parlamentari viene messa in evidenza la stagionalità del lavoro agricolo che nulla ha a che fare con l’occasionalità: consiste nel fatto che un lavoratore lavora in media tra le 90 e 102 giornate e, nel rispetto del requisito contributivo richiesto, accede alle tutele e ai diritti previsti per il settore. L’utilizzo dei voucher in agricoltura attualmente riguarda i pensionati e gli studenti, quindi determinate tipologie di lavoratori che non accedono alle tutele collegate. Chi viene assunto nel rispetto dei contratti è messo al riparo dall’usa e gettache diventerebbe dilagante. Gli stessi contratti prevedono tutti gli strumenti anche per le assunzioni di una sola giornata lavorativa. La Uila-Uil chiede a gran voce un sostegno per continuare a irrobustire gli strumenti legislativi esistenti che con fatica il sindacato è riuscito a conquistare negli anni.

Share Button