Bari, aeroporto di Palese chiuso dalle 23 del 28 febbraio all’8 marzo. Cancellati alcuni voli, altri dirottati su Brindisi

Dall’aeroporto di Bari voli fermi a partire da mercoledì 28 febbraio – dalle ore 23 – fino al mattino dell’8 marzo. Una chiusura annunciata da tempo da Aeroporti Puglia che permetterà di realizzare lavori di ristrutturazione che consentiranno di allungare la pista e migliorare le aree di sicurezza. Lavori che permetteranno di aumentare la lunghezza disponibile per l’atterraggio: si arriverà così ai 3000 metri. Dai 720 metri si passerà ai 900 il sentiero di avvicinamento luminoso anche per un’altra pista, quella che si estende verso Bitonto, per facilitare gli atterraggi in caso di scarsa visibilità.I lavori prevedono anche nuove pavimentazioni per le piste e nuovi sistemi di illuminazione a Led. Per l’intero cantiere, Aeroporti di Puglia ha messo a disposizione 12 milioni di euro. I lavori causeranno in parte disagi: alcuni collegamenti per il periodi sono stati cancellati, altre tratte invece sono state dirottate su Brindisi dove si sposterà anche una parte dei dipendenti dello scalo barese. Salvi i voli per Milano, Roma e il Nord Europa, mentre chi vuole raggiungere i Balcani dovrà cercare altri scali fuori dalla Puglia. Sono stati aumentate le corse giornaliere di PugliaIrbus – che collega l’aeroporto di Brindisi a Bari – per ridurre al minimo i disagi Per la prossima settimana, saranno assicurate 9 corse da Brindisi a Bari e 8 nel senso inverso, praticamente il doppio di quelle regolarmente garantite per il resto dell’anno. Chi invece decide si spostarsi in taxi, è stato firmato un accordo presso l’assessorato regionale ai trasporti con i rappresentanti dei tassisti di Bari e Brindisi per una tariffa speciale, da applicare in settimana: 140 euro dall’aeroporto di Brindisi a Bari per massimo 4 passeggeri, con un risparmio previsto di circa 50 euro. Per ogni passeggero in più è previsto un supplemento di 15 euro.

Share Button