Congresso regionale AGICI, la cooperazione in Basilicata gode di ottima salute

La cooperazione come opportunità per la Basilicata e per le aree interne”; è il titolo del VII congresso regionale dell’assemblea generale delle cooperative italiane tenutasi a Matera, ma suona anche come una opportuna linea di indirizzo politico ed economico da dare al territorio visto che i numeri della cooperazione sono importanti ed in crescita mentre in Basilicata, come nel resto del paese, molte imprese chiudono. E le ragioni – è emerso dalle relazioni – stanno nella natura stessa delle cooperative che nascono e crescono – è stato detto – per valorizzare le risorse e gli uomini locali e per dare risposte alle esigenze del territorio e della gente. “In Basilicata – ha detto Donato Semeraro Presidente di AGCI Basilicata – la cooperazione rappresenta il 5.4 per cento del Pil secondo uno studio realizzato da Unioncamere nel 2014 anche se noi riteniamo in questo momento di aver guadagnato anche qualche punto percentuale in più. I settori fondamentali in cui operano – ha precisato – sono l’agricoltura, l’agroalimentare, i servizi sociali e la produzione di lavoro”. Presente nell’ambito del congresso anche Angelo Chiorazzo componente del board di Cecop, ossia l’associazione di rappresentanza delle cooperative, sia sociali che di produzione del lavoro, a livello europeo. “Nel mondo – ha detto – ci sono un miliardo di soci aderenti alle cooperative ed in Europa 123 milioni. Spesso se ne parla in modo distorto ma se le aziende di questo settore – ha precisato – fossero riunite rappresenterebbero la settima potenza al mondo”. Infine un passaggio ancora con Chiorazzo sulla cooperativa Auxilium da lui fondata e che opera in Basilicata gestendo e sviluppando servizi sanitari, socio assistenziali, sociali ed educativi. “Nell’ultima riunione tenutasi a Metaponto è emerso – ha detto ancora- che il nostro sodalizio è cresciuto sia sul livello occupazionale che di fatturato”.

 

Share Button