Archeologia, a Taranto 9 siti in rete: investiti 2,3 mln

Il Parco archeologico di Collepasso, gli ipogei di Via Fratelli Mellone, la tomba degli altleti di via Crispi, la necropoli greca di via Marche, l’ipogeo di via Pio XII, le tombe di via Sardegna e di via Alto Adige e gli ipogei di via Umbria e di via Polibio.

Nove siti archeologici in rete, a formare un vero e proprio circuito culturale, riportati alla luce dalla Soprintendenza di Lecce Taranto e Brindisi e restituiti al Comune.

Investiti 2 milioni e 300 mila euro per il recupero, da fondi europei per “Attrattori culturali naturali e turismo”.

Share Button