Bonifica da massi pericolanti nel Parco della Murgia Materana, dal 28 febbraio inibito accesso

Lungo il sentiero che dai Sassi conduce al canyon della Gravina a Murgia Timone e al ponte tibetano i Vigili del fuoco insieme ad operatori della Protezione Civile hanno effettuato nel pomeriggio di oggi una operazione di verifica di presenza di massi pericolanti nella costa sottostante piazza Porta Pistola. “E’ un fenomeno naturale – ha spiegato il disaster manager Pio Acito – il distacco di alcuni massi sopratutto in primavera ed in special modo dopo le gelate, le nevicate e le intense piogge che abbiamo avuto in questo inverno. Allo stesso tempo, è evidente, che rappresentano una situazione di pericolo per gli ospiti e i turisti che frequentano in maniera copiosa questi spazi e che quindi è necessario rimuovere”. Domani mattina sarà emessa dal presidente dell’ente parco della Murgia Materana, Pierfrancesco Pellecchia una ordinanza di divieto di accesso al Parco mentre già da oggi i vigili urbani hanno interdetto l’ingresso per proseguire nei prossimi giorni una ricognizione puntuale di tutte principali insidie di questo tipo esistenti e per comprendere il tipo di bonifica da realizzare anche in altri punti.

Share Button