Comune di Potenza. Partito Democratico pronto ad entrare nella Giunta di fine mandato

La macchina amministrativa comunale di Potenza andrà avanti fino al termine del mandato con l’appoggio del Partito Democratico. Parte da questa certezza il nuovo disegno politico che si sta materializzando per il rimpasto nella giunta De Luca, sindaco eletto con il centrodestra e che presto sarà affiancato nel governo del capoluogo lucano dal maggior partito di centrosinistra. “Alcun trasformismo o foglia di fico a seguito degli ultimi ingressi, come denunciato dalle opposizioni – aveva dichiarato lo stesso De Luca nell’intervista d’inizio anno a TRM Network – ma una apertura e condivisione di programmi per il bene cittadino.”

Con il salto generazionale che ha portato all’elezione a presidente del giovane Carlo Rutigliano, formato nell’area di Roberto Speranza, il PD cittadino avrebbe sciolto le divergenze di corrente che lo hanno minano all’interno. Il segretario Sarli sarà l’emissario che dovrà portare a buon fine la prossima mossa: ottenere la carica di vicesindaco. In pole c’è il capogruppo in consiglio, Iudicello, il quale andrebbe a sostituire Potenza di Centro Democratico, a sua volta in cerca di riconferma insieme agli assessori Falotico e Pergola. A rischio la posizione del tecnico Vergari, delegato al bilancio, e degli ex Fratelli d’Italia Bellettieri e Coviello, Mobilità e Ambiente, tutte caselle nelle mire democratiche. Sarebbero al sicuro le presenze in rosa: Celi, Cutro ed Errico, collegate politicamente e con l’opzione di cambio delega. Unici dubbi sulla poltrona di presidente del Consiglio comunale: l’ex candidato sindaco PD, Petrone, perderebbe quota nella riconferma. A mezzo stampa emerge il nome di Picerno, componente di area popolare, neoeletto alla Provincia.

Share Button