Ilva, mappa rifiuti radioattivi e amianto al Governo. FIM CISL: “Non basta”

Depositata al Ministero dell’Ambiente la “mappa dei rifiuti pericolosi o radioattivi e del materiale contenente amianto” da parte dei Commissari dell’Ilva di Taranto. Una cartina consegnata nelle mani del Governo che attesta la presenza, e ne riporta la posizione, di materiali pericolosi alla salute dell’uomo nell’area del siderurgico. Tracciato utile, ma non sufficiente:

“Riteniamo non esaustivo il conoscere “dove” siano ubicati questi siti – fa sapere Valerio D’Alo’, segretario generale FIM CISL Taranto Brindisi – È doveroso da parte della gestione Commissariale, presentare alle Organizzazioni sindacali un piano con tempi e modalità certe per la rimozione per comprendere come si intende tutelare i lavoratori a fronte di quanto da loro riscontrato”.

Il sindacato incalza chiedendo un piano per le bonifiche e chiarisce subito: “Non riterremo esaustivo, in attesa di una convocazione che auspichiamo arrivi quanto prima, un semplice elenco senza eventuali iniziative immediate”.

Share Button