Vaccaro (UIL): con fondo sovrano, “cassa” Regione al sicuro

vaccaro2“Istituendo il Fondo sovrano, sarebbe stato più facile reggere di fronte alla consistente riduzione delle royalties”. A dichiararlo in una nota è Carmine Vaccaro, segretario regionale della Uil Basilicata. “La scelta del Fondo sovrano regionale, rimarca, è ispirata da due sentimenti-guida: quello della generatività delle commodities da far attecchire alla economia delle famiglie e delle imprese lucane, massimizzandone i risultati. E poi quello della generosità e della ‘distesa sul futuro’ spostando quote cospicue degli introiti verso le nuove generazioni. Ovviamente, per ritornare all’emergenza di cassa, perché con royalties minori i rischi sono tanti, lo strumento, aggiunge Vaccaro, è utile ad affrontare anche situazioni contingenti come quella attuale e che si ripeterà nel nuovo anno a causa del blocco della produzione di petrolio e a causa delle oscillazioni verso il basso della quotazione del barile. Il Fondo, la cui idea è sul modello norvegese, proietta la programmazione al futuro e al dopo-petrolio alimentando un flusso di risorse utili, sia come accumulo di ‘previdenza sociale’ per i cittadini lucani e sia per costituire uno stock di risorse a ‘tesoreria regionale’, da investire nello sviluppo del territorio. Esperienze straniere mostrano che per ogni euro depositato nel fondo, si possono creare circa 1,7 euro di redditi da investimenti finanziari, riversati sul territorio anche come investimenti per lo sviluppo.

Share Button