- trmtv - https://www.trmtv.it/home -

Museo Emigrazione lucana, ad agosto seminari su memorie storiche comunali

Seminari Emigrazione lucana 01Dal 1870 al 1950, ben 750 mila lucani lasciarono la terra d’origine per emigrare altrove. Una seconda Basilicata che ha visto alterne fortune e che vive ancora oggi di tantissime storie sconosciute ai più.
In questo senso, un importante lavoro di valorizzazione e diffusione è stato già svolto con l’apertura nel Castello di Federico II a Lagopesole, nel potentino, del Museo Emigrazione Lucana – Centro Lucani nel Mondo “Nino Calice”, dove attraverso installazioni multimediali ed interattive, il visitatore entra in contatto diretto con la vita dei personaggi. Ulteriore passo in avanti, sviluppato in sinergia con il Dipartimento Presidenza e l’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata e l’ANCI lucana, dal prossimo 1 agosto si svolgeranno dei seminari di approfondimento sul territorio, utili ad agevolare il dialogo e creare memorie storiche comunali da condividere sul web con i migranti del nuovo millennio.

Prima tappa nel comune di San Fele, dove è iniziata l’analisi del fenomeno per elaborare i dati degli iscritti all’Anagrafe Italiana dei Residenti all’Estero e risalire all’albero genealogico di Pietro Cristiano, protagonista lucano nel dopoguerra dell’accordo “braccia contro carbone” per l’arrivo del prodotto in Italia dal Belgio a costo agevolato. La presentazione è avvenuta nel corso di una conferenza stampa, dove è stato illustrato anche l’accordo firmato con i musei sudamericani dell’emigrazione di Buenos Aires e Montevideo. Altri appuntamenti sono in programma il 4 agosto ad Oppido Lucano, ed il 9 a Montescaglioso.

Share Button