Basilicata. Il garante per l’Infanzia presenta l’attività svolta.

Still0427_00001 Sono state 56 le segnalazioni fatta al Garante per l’Infanzia nel periodo compreso tra il 1 aprile del 2015 e il 31 marzo di quest’anno. E di queste 42 hanno raggiunto una soluzione, mentre gli altri casi sono ancora all’attenzione del Garante. Una figura istituita presso il Consiglio regionale della Basilicata con il compito di “assicurare la piena attuazione e la tutela dei diritti e degli interessi dei minori”. In Basilicata il ruolo del garante è ricoperto da Vincenzo Giuliano che, stamane nel corso di una conferenza stampa, ha illustrato l’attività svolta nell’anno appena trascorso. Oltre alle segnalazioni (di cui sopra), 300 persone, tra privati cittadini, associazioni, dirigenti scolastici e forze dell’ordine, sono state ricevute; 1000 invece i contatti telefonici. E, fuori dal computo numerico, diverse sono state le iniziative pubbliche per parlare di scuola, web e minori, prevenzione, servizi e per avvicinare il mondo degli adulti a quello degli under 18. “Sono partito da una massima di Chesterton – ha detto Giuliano – che dice: Le favole sono più che vere, non perchè raccontano che esistono i draghi, ma perchè ci dicono che i draghi possono essere sconfitti. I ragazzi – ha aggiunto – hanno bisogno di speranza nel futuro e per farlo hanno bisogno dell’aiuto degli adulti.”

Share Button