Soprintendenza, domani Taranto in piazza. Liviano a Renzi: “No accorpamento”

livianoTutto pronto per la manifestazione di domani, sabato 30 gennaio,  contro l’accorpamento della Soprintendenza di Taranto a quella di Lecce.

Depositato intanto ieri in coniglio regionale l’ordine del giorno del consigliere Gianni Liviano: “Bisogna puntare al mantenimento della secolare presenza della Soprintendenza archeologica a Taranto” poiché “assolutamente funzionale anche ai progetti di recupero della città, del collegamento con il sistema universitario esistente sul territorio, del sistema museale” dal momento che “è stato deciso di puntare anche al turismo culturale” e perché “è bene ribadirlo, Taranto è la capitale della Magna Grecia depositaria del patrimonio archeologico di tutto rispetto”.

L’ordine del giorno, sostenuto pure dal presidente del gruppo Emiliano sindaco di Puglia, Sabino Zinni, e’ stato inviato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al premier Matteo Renzi e al ministro Dario Franceschini, firmatari del decreto. Una battaglia sentita da Liviano che ha fondato perfino il Comitato Taranto per la Soprintendenza.