Piattaforma logistica Ferrandina – porto di Taranto. A Matera presentato il progetto finale

Il-porto-di-TarantoCreare intorno al porto di Taranto un sistema logistico basato su una rete di infrastrutture specializzate; tra queste una piattaforma da realizzare a Ferrandina dedicata all’agroalimentare al fine di valorizzare le risorse e le potenzialità delle due regioni Puglia e Basilicata. Costo dell’operazione circa 70 milioni di euro. La presentazione del progetto finale, ancora da eseguire, ieri, presso la sala Consiliare della Provincia di Matera, uno dei due promotori della iniziativa, insieme all’autorità portuale di Taranto. “La struttura lucana – ha affermato Francesco De Giacomo – Presidente della Provincia di Matera non sarà solo un luogo di stallo, da cui avviare l’esportazione di prodotti, ma anche un hub per cicli produttivi, come per esempio, il confezionamento”. “Il 28 di dicembre – ha aggiunto Luca Braia – assessore regionale lucano all’agricoltura – ci sarà la prima scadenza, quella legata alle manifestazioni d’interesse relative all’idea, ma l’appuntamento più importante è quello del 30 giugno 2016, ossia quando l’Autorità portuale di Taranto e la Provincia di Matera dovranno individuare, attraverso bando pubblico, il soggetto che dovrà non solo realizzare ma anche gestire l’opera”. “Il porto di Taranto – ha ricordato Sergio Prete – Commissario straordinario per l’autorità portuale della città dei due mari – è la più grande stazione appaltante del Mezzogiorno; abbiamo innumerevoli implementazioni in corso di realizzazione. “il 2 dicembre – il Ministro delle infrastrutture Graziano Delrio – ha visitato Taranto per inaugurare la piattaforma logistica che è stata ultimata a settembre. Nei prossimi mesi saranno completate la banchina del molo polisettoriale, i dragaggi ed altri importanti impianti”.

Share Button